Adolescenza

Tatuaggio su minori…Cosa ne pensi?

Se tuo figlio minorenne chiede un  tatuaggio, come reagisci?

tatuaggio adolescentiIo penso che ognuno di noi possa avere un’opinione positiva o negativa sul tatuaggio su minorenni, vi racconto la mia esperienza:

Mia figlia a quindici anni ha avuto dei problemi di attacchi di panico che le hanno fatto perdere il primo anno di scuola superiore; per lei e anche per noi, è stato un cammino in salita riuscire a risolvere questa situazione, prima di tutto perché non eravamo pronti ad affrontarla; comunque con l’aiuto di una brava psichiatra infantile l’anno dopo con qualche remora e dopo aver creato un ambiente idoneo alle sue esigenze è riuscita a rientrare nel suo mondo, a questo punto le dovevamo un premio per il suo impegno.

Lei ha voluto un tatuaggio.  Non potevamo opporci, oramai avevamo promesso che se fosse riuscita a superare in modo ottimale quel momento difficile l’avremmo accontentata su un suo desiderio. Scelse di farsi tatuare una frase sul braccio “Nothing Happens by chance” che significa “Niente capita per caso”.

Eravamo un po’ preoccupati ma ogni promessa è debito, quindi abbiamo fissato un appuntamento da un tatuatore  consigliato da più persone di fiducia.

Il primo impatto non fu negativo per me; era tutto molto pulito. Poiché mia figlia era minorenne ho dovuto firmare per acconsentire e il tatuatore ha chiesto alla ragazza se fosse consapevole di quello che stava facendo, che il tatuaggio era indelebile quindi doveva esserne sicura. Io pensavo fosse doloroso ma non è stato così, nei giorni a venire bastò seguire le istruzioni del tatuatore su come curare la pelle trattando  la parte con una crema che si usa per i culetti dei neonati e nel giro di poco tempo la pelle, che devo dire era poco arrossata, riacquistò il suo normale colorito.

Per i giovani un tatuaggio è un modo per poter comunicare i loro stati d’animo, è anche moda per carità, ma spesso noi adulti non capiamo che è un loro modo per dirci le cose.

Due mesi fa mia figlia è diventata maggiorenne e si è fatta tatuare intorno al polso le date di nascita mia e del suo papà e una coccarda. Questo è stato il suo modo per dirci ‘Vi voglio bene’.

Se ti interessa il tema dell’adolescenza vedi anche: La manifestazione della rabbia in età adolescenziale

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*