Vita da mamma

Ricordi piccoli: le cose da non dimenticare

hands-105455_640I ricordi sono sul serio così labili? Quante volte, mamme, vi sarete sorprese a pronunciare la seguente frase: ‘ Non me lo/la ricordo più quando era così.

Io tantissime volte, ed è vero accidenti, i bimbi da piccoli tendiamo a dimenticarli, nel senso che ci sembrano sempre essere come li vediamo ora. L’ altro giorno poi un’amica mi faceva notare che non ricorda più come storpiavano le parole i suoi figli. E quindi?

Ci sono alcune cose che proprio non vorrei dimenticare:

Ecco alcuni dei ricordi che non vorrei perdere

1. La prima parola di Alice è stata papà (arghhh), pronunciata in montagna
2. Se si vuole alzare dal seggiolone dice ‘Lati‘ ( una contrazione di alzati?), fino a qualche mese fa diceva ‘Tai‘ al posto di Ciao e ‘Tazie’ al posto di Grazie.
3. Un giorno in macchina mi sono accorta che contava fino a dieci (al posto di quattro diceva cacca) mentre io ero come una demente a farle uno…due…tre.
4. Ho realizzato che capiva i cartoni animati e non li guardava più soltanto, quando ha iniziato a disinteressarsi alla versione in inglese di Peppa Pig.
5. Ogni tanto, quando si accorge che non la capisco quando parla, mi fa i segni poveraccia.
6. Alice ha passato tutta l’estate a mangiare ‘Pasta al cugo’, adesso ha imparato a dirlo bene. Sigh.
7. Ad Halloween era mascherata da dottoressa Peluche, che lei pronuncia Peluci, e in questi giorni è molto impegnata a curare tutta la famiglia.
E voi? Cosa non vorreste mai dimenticare?

You Might Also Like

3 Comments

  1. Pingback: Natale anni '60

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*