Adolescenza, leggere

Lessico Famigliare: una piccola grande storia

 

Lessico famigliare

 

Il lessico famigliare raccontato da Natalia Ginzburg  e di cui sopra leggete l’incipit è la storia, ambientata a Torino tra gli anni ’30 e gli anni ’50 della famiglia dell’autrice, nata Levi, perciò di origine ebraica.

Una famiglia in cui predominante è la figura del padre, Giuseppe, prepotente e implacabile, e della madre dolce e svagata, accanto ai due genitori i figli con i loro scherzi d’infanzia e le loro vite che sempre di più si andranno a mischiare con la storia del nostro Paese. La sorella di Natalia, Paola, sposerà Adriano Olivetti compagno al Politecnico del fratello Gino e la famiglia Levi avrà un ruolo determinante nella fuga di Filippo Turati dall’Italia e nella lotta antifascista. Molti di loro ne pagheranno il prezzo con anni di prigionia e Leone Ginzburg, marito di Natalia, con la vita.

Nonostante il contesto sempre più drammatico in cui si svolge, la storia della famiglia Levi è narrata con divertimento, affetto e leggerezza, cosa che rende bella e scorrevole la lettura anche per più giovani, che si divertiranno con le stranezze del burbero genitore, le filastrocche dei ragazzi e le buffe malinconie della mamma di Natalia.

Lessico Famigliare è uno dei libri della mia infanzia, l’ho amato moltissimo e spero che mia figlia vorrà leggerlo più volte, come è capitato a me, in età diverse, in modo da apprezzarne i diversi piani narrativi e cogliere l’importanza degli eventi storici narrati, che non vengono individuati se non si conosce bene il contesto in cui il racconto si svolge.

 

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*