Prima Infanzia

L’agenda della salute

Agenda della salute

Forse non tutte le future mamme sanno che, se insieme al loro pargolo non verrà dato il libretto di istruzioni, la Regione Piemonte fornisce uno strumento comunque utile per tenere sotto controllo tutti gli aspetti legati salute del piccolo, si tratta dell’Agenda della Salute.

Che cosa è l’Agenda della salute?

E’ un quaderno ad anelli, suddiviso in sezioni, consegnato all’atto delle dimissioni dall’ospedale ad ogni nuovo nato in Piemonte, che intende censire tutte le informazioni riguardanti la salute e la crescita del bambino. Viene compilato con i dati rilevati alla nascita e i genitori dovranno portarlo con sé ad ogni successiva visita presso pediatri, consultori, ospedali. In questo modo, poiché gli operatori sono tenuti a mantenerla aggiornata, l’agenda finirà per contenere tutte la storia del nostro piccolo.

I genitori inoltre potranno inoltre integrare l’Agenda della Salute ad esempio con i certificati di vaccinazioni, dimissioni ospedaliere, e aggiornarla per quanto riguarda le sezioni riguardanti i calendari, l’accrescimento ecc.

Cosa contiene?

L’Agenda della Salute si compone di:

  • Bilancio di salute neonatale
  • Alimentazione: contiene informazioni sull’allattamento, gli elenchi dei consultori, le informazioni relative ad integratori vitaminici
  • Grafici di accrescimento
  • Bilanci di Salute : di specifica competenza del Pediatra
  • Vaccinazioni
  • Diario clinico
  • Problemi rilevanti
  • Pronto Soccorso
  • Esami diagnostici
  • Dimissioni ospedaliere
  • Certificati
  • Guida ai servizi

All’interno delle varie sezioni sono inoltre presenti consigli e raccomandazioni riguardanti il sonno, il trasporto e la sicurezza del neonato.

Per me questo strumento si è rivelato molto utile, mi ha chiarito alcuni aspetti oscuri e guidato nelle diverse scadenze che accompagnano la vita dei piccoli. Inoltre sfogliare ad esempio la sezione riguardante i Bilanci di Salute mi ha tranquillizzato su quali dovessero essere tutti i passi della crescita di mia figlia, tranquillizzandomi da una parte e rendendomi più attenta dall’altra.

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*