Vita coi piccoli

I Giochi che non usiamo più

toys-201079_640Festa dopo festa, le nostre case si riempiono di giochi che vengono regalati ai nostri figli. Sono pochi quelli che vengono usati fino alla distruzione, quindi ci si pone il problema: cosa fare dei giocattoli ancora in buono stato che i bambini non usano più? Sono molte le possibilità:

Portarli negli asili: possibilmente quando il bambino smette di frequentarlo o in un asilo che non sia il suo, per evitare ‘ritorni di fiamma’; solitamente gli asili accettano i giocattoli usati.

Provare  chiedere alle parrocchie, non tutte ma alcune li accettano.

Inoltre ho individuato alcuni istituti/associazioni che ritirano giochi usati, ma attenzione : occorre che siano in buono stato e che non siano peluche. Eccole:

Associazione Casa OZ (giochi non di grandi dimensioni)

Corso Moncalieri 262 – 10133 Torino
Tel. 011.6615680 – 328.5427175
casaoz@casaoz.org

Comunità Pro infanzia (giochi per bimbi grandi, dai 10 anni in su)

Via Asti, 32 – 10131 Torino

Tel 011.8195936

Progetto braccia tese

Raccoglie tutti i giorni dalle 21 in poi al circolo “Asso di Bastoni” di via Cellini 22, a Torino.

dal mercoledì al sabato dalle 15 alle 20 libreria “Uscocchia” di via Mombasiglio 22, (Torino in zona Santa Rita) .

Centro ascolto caritas Diocesana Due Tuniche

Corso mortara n, 46/c.   – 10149 Torino

martedì al venerdì dalle ore 9.30 alle 12.30
Tel. 011.2472029

You Might Also Like

One comment

  1. 1

    Caspita, averlo saputo prima: sabato scorso ho fatto un sacco di giochini e l’ho portato alla discarica: né asilo, né parrocchia volevano saperne…

    Buono a sapersi per le prossime volte !!

    (tra parentesi: Genny, intorno alla metà anni ’80 ti trovavi dalle parti dell’ITIS Majorana di Grugliasco ? forse ci conosciamo 🙂 )

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*