Vita coi piccoli

Disostruzione pediatrica

disostruzione pediatrica

 Quante volte ci siamo sentiti dire dai nostri genitori: mastica bene altrimenti ti va di traverso? Adesso siamo noi a dirlo ai nostri bambini sempre nel terrore che ciò si possa verificare. In realtà, la cattiva masticazione, non è l’unico problema. I bambini piccoli hanno l’abitudine di mettere tutto in bocca e se  un corpo estraneo si incanala nella trachea invece che andare nell’esofago, il bambino rischia il soffocamento; è quindi necessario intervenire al più presto per liberare le vie respiratorie.

Gli oggetti che sono pericolosi sono le caramelle di ogni tipo , le noccioline, le batterie al litio (quelle piccole dei giocattoli), i tappi delle penne, le gomme, le parti piccole dei giocattoli, i contenitori delle sorprese degli ovetti di cioccolato, le monete, le biglie, i palloncini. È necessario sorvegliare il bambino quando gioca con questi oggetti

Per essere pronti a reagire in caso si debbano liberare le vie respiratorie, è necessario conoscere delle manovra chiamate manovre di disostruzione pediatrica, che aiutano ad espellere il corpo estraneo. Tali manovre sono considerate salvavita e tutte le persone che hanno a che fare con i bambini dovrebbero saperle fare; è necessario tenersi sempre aggiornati in quanto le tecniche vengono modificate  in base a degli studi che vengono effettuati dagli operatori del settore.

E’ molto importante, quando si vede che il bambino non respira, riuscire ad intervenire in tempo e nel modo giusto, oltre eventualmente a chiamare il 118. Esistono alcuni corsi che ci possono aiutare ad imparare queste tecniche.

Potete seguire i corsi sulla disostruzione pediatrica organizzati da

  • Croce Rossa Italiana
  • Sidea service (servizi infermieristici aziendali e domiciliari)
  • Studio associato infermieri pediatrici

Ecco un video dimostrativo nel quale si può vedere in cosa consistono le manovre https://www.youtube.com/watch?v=1AY34yKQNIc , ma è vivamente consigliato seguire i corsi.

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*