Eventi, Uscire

C’era una volta…la macchina del tempo al Museo Accorsi Ometto

attività per famiglie

Nella mia casa nuova ho trovato un oggetto che non ho avuto il coraggio di buttare: si tratta di un telefono di quelli a rotella, uguale a quello che tutti i nati negli anni ’70-’80 hanno avuto in casa. Io comunque l’ho considerato modernariato e esposto come un cimelio sopra un tavolino, mi ricorda la mia infanzia e mi rallegra. Mi aspettavo che mia figlia ci giocasse, che sollevasse la cornetta e provasse a far girare la rotella, e invece niente, quello strumento per me familiare è così diverso dai telefoni che si usano ora che ad Alice non viene nemmeno in mente di poterci giocare.

Alla scoperta degli oggetti del ‘700

Ma veramente i nostri bimbi non hanno idea di come si facesse senza la biro o lo smartphone? Anche alla Fondazione Accorsi Ometto (Via Po 55 a Torino) si devono essere posti lo stesso quesito. Domenica 22 ottobre alle 15.30 è in previsione un’attività per famiglie che intende mostrare ai piccoli alcuni oggetti che, dal ‘700, hanno totalmente cambiato forma o sono scomparsi.

I bambini dai 6 ai 12 anni saranno quindi guidati alla scoperta dei carnet da ballo o delle antiche cassaforti. Al termine della visita i piccoli potranno costruire un orologio di carta e in seguito gustare una merenda offerta dalla Centrale del Latte di Torino.

Il laboratorio costa 3 euro per i piccoli e 8 per gli adulti.

Occorre prenotare al 011 837 688 int. 3

You Might Also Like

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*