IO SBAGLIO, TU SBAGLI, EGLI SBAGLIA…VOCE DEL VERBO CRESCERE!!

Le parole. Ci accompagnano da sempre, hanno un valore fondante, il potere di definire, classificare, ordinare, talvolta distruggere. Le parole però a me più care sono quelle che curano. Ci sono poi parole che diventano particolarmente significative per noi individui, che hanno il compito felice di educare e crescere altri

A ciascuno il suo ( stile educativo )

Quanto è difficile essere genitori oggi? Rispetto a 20 o 30 anni fa, come è cambiato? Ogni periodo o epoca ci presenta delle peculiarità per cui fare un confronto non è così semplice; ciò che però oggi possediamo, sono maggiori strumenti di consapevolezza nell’essere genitori, con conseguenti maggiori possibilità di

L’importanza del gioco (DA 0 A 99 ANNI)

Quanto è importante giocare? Perché spesso diciamo che giocare è un diritto dei bambini? Solo loro? Oppure anche per coloro che, anagraficamente, sono fuori da un pezzo dall’età deputata al gioco? L’esperienza di gioco, spesso viene associata ad un vissuto di spensieratezza, tipico dell’infanzia. Con la crescita, l’individuo diventa più

I terrible twos: MAMMA, PAPA’, HO IMPARATO A DIRE NO! (e che soddisfazione!)

“Non si fa!” “Non toccare i fili!” “Vuoi mangiare le verdure? No!” .“Rientriamo a casa? No!” L’elenco potrebbe dilungarsi sfiorando l’infinito, e, probabilmente, molti genitori che leggono avranno fulmineamente compreso di cosa stiamo parlando. Il NO è la negazione per eccellenza ed è tra le prime parole che il bambino